Donato Nubile presenta SMart it up!

ProfiloDonato2Donato Nubile, presidente di SMart, ci racconta com’è nato “SMart it Up!”, il bando che si rivolge ad artisti e creativi in fase di concretizzazione di un progetto professionale.

Ciao Donato, cos’é SMart it up, com’è nata l’idea? “Dall’ascolto. In questi primi due anni di attività abbiamo incontrato centinaia di artisti, cercando di rispondere ai loro bisogni professionali e di intravedere nuove prospettive di sviluppo della nostra attività. Una delle problematiche emerse da questi incontri è stata la necessità di avere copertura finanziaria nelle primissime fasi di produzione, potremmo dire nelle fasi di start up. Il bando nasce proprio per dare una risposta a questa esigenza. Ci auguriamo che questa possa essere una “edizione pilota”, e che sia una iniziativa destinata a crescere.”

A chi vi rivolgete? “Ad artisti e professionisti della creatività di qualunque settore: arti visive, spettacolo dal vivo, grafica e design, editoria. Non esiste alcun limite di età ed è possibile partecipare anche in gruppo, ma come persone fisiche. In altri termini, se un collettivo di artisti è riunito in una associazione o in una impresa creativa, questi artisti potranno partecipare iscrivendo al bando non l’associazione o l’impresa, ma delegando un membro del gruppo.”


quadrato_rosso300E la selezione come avverrà? 
“Una commissione formata da membri degli staff di Smart Italia e Smart Belgio, da esperti di settore e da valutatori indipendenti selezionerà i progetti da finanziare. Verranno premiati, in particolare, i progetti caratterizzati da maggiore apertura e innovazione, oltre che artisticamente interessanti. E, insieme, quelli che presenteranno le ipotesi più convincenti dal punto di vista della futura sostenibilità economico-finanziaria. E’ un aspetto, quest’ultimo, dal quale non possiamo prescindere: Smart infatti, pur non avendo scopo di lucro, non è una Fondazione o un Ente Benefico. Deve esistere, quindi, la concreta prospettiva di poter rientrare in possesso dei fondi erogati. Naturalmente Smart si assume interamente il rischio di aver “scommesso” sui progetti sbagliati, nel caso in cui i progetti selezionati non dovessero generare il ritorno economico ipotizzato.”

E’ un bando che si rivolge esclusivamente agli artisti soci SMart? “Assolutamente no, è aperto a tutti. Potranno essere selezionati anche progetti di artisti non soci Smart; questi però dovranno diventarlo per poter ottenere il finanziamento.”

SMart it up! è un bando che permette ad artisti e creativi di richiedere un finanziamento a parziale copertura delle spese di produzione fino ad un massimo di 2.000,00 euro a progetto. Per maggiori informazioni cliccare qui.