Cosa pensi di SMartIt?

SMartIt partecipa a Che Fare, il premio per la cultura che seleziona i progetti di innovazione sociale più promettenti in Italia. Abbiamo chiesto a chi conosce SMartIt di spiegare perché ha senso sostenere la sua candidatura.

Vota SMartIt per Che Fare

SMart: fa quasi assonanza con “siamo su Marte!”, ed è questa la sensazione che ho avuto quando sono entrato nella sede a Bruxelles. Un altro pianeta, un modo unico di concepire, tutelare, consigliare e guidare gli artisti nel mondo del lavoro. L’ospitalità, la gentilezza e la professionalità delle persone che ci lavorano, gli strumenti, le piattaforme, le reti, tutto lascia intendere una prospettiva diversa, che dà fiducia, che ridà all’artista la dignità spesso, altrove, dimenticata (Michelangelo Dalisi – Attore e regista).

Sono stata disoccupata per qualche mese e, grazie a SMart, ho potuto continuare a lavorare nell’ambito della musica. La flessibilità del sistema mi ha permesso di variare le attività con la garanzia di essere pagata, regolarmente. SMart ha contribuito fortemente al mio equilibrio non solo materiale, ma anche psichico durante i mesi difficili e mi ha permesso di moltiplicare le esperienze in campi diversi, campi che non avrei potuto conoscere altrimenti, soprattutto essendo impiegata a tempo pieno. Se dovessi descrivere SMart in poche parole, userei queste: essenziale, sicurezza, diversificazione, contatti, assistenza/sostegno, professionale (Marina Bresciani – Communication manager).

Mi sono trasferito a Bruxelles da due anni: la mia esperienza con SMart è cominciata dopo 3 mesi, con totale soddisfazione. SMart rende ogni artista imprenditore di se stesso, perché rende accessibile e gestibile facilmente la posizione fiscale all’artista. Lo protegge garantendo il pagamento in tempo breve dalla fine del lavoro svolto. Nel mondo burocratico del fisco SMart mi ha risolto la vita. Inoltre tramite Agora e gli eventi, SMart mi ha dato la possibilità di inserirmi nella rete locale di persone. Nel 2012 questo mi ha consentito di realizzare il video promozionale per il Belgian Pride 2013. Grazie SMart! (Lorenzo Pari – Fotografo e operatore video).

Votare è semplice, bastano pochi click: siamo il progetto numero 37.

Vota SMartIt per Che Fare

SMartIt partecipa a #CheFare

(Credit: Emmanuelle Tête)


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *