E la sharing economy neanche se lo sogna. Intervista a Sergio Bologna

Se cerchi di documentarti sul mondo dei freelance, prima o poi finisci per leggere un articolo o un saggio di Sergio Bologna. Nella sua carriera si è occupato di storia del movimento operaio e di logistica, insegnando in varie università in Italia e in Germania e lavorando come consulente in materia di logistica. In questa[…]

Come funziona il fondo di garanzia di SMart

Uno dei principi cardine di SMart è l’idea di garantire al lavoro freelance le stesse tutele del lavoro dipendente. Questo significa, per esempio, essere pagati con certezza e senza ritardi, a prescindere dai tempi reali di pagamento dei committenti. SMart riesce a offrire ai suoi soci questa importante garanzia grazie a un fondo mutualistico costituito a partire dal 2000. Il presidente di SMart Italia, Donato Nubile, ci ha spiegato come funziona nel dettaglio (e come potrebbe crescere in futuro) in questo colloquio

La migliore soluzione possibile per questi tempi precari

Abbiamo intervistato il grande teorico e attivista dell’economia della condivisione Michel Bauwens, che ha da poco cominciato una residenza di tre anni a SMart Belgio. Gli abbiamo chiesto che cosa pensa di SMart e come vede il futuro dei lavoratori freelance. Pubblichiamo questo testo in occasione del dibattito “Lavoro e mutualismo” che si terrà a Roma, negli spazi dell’Atelier Autogestito ESC, questo mercoledì 28 marzo.

Perché “Forza lavoro” è il libro che i freelance devono leggere

Forza Lavoro. Il lato oscuro della rivoluzione digitale (DeriveApprodi) è il nuovo libro di Roberto Ciccarelli. In una settimana è già andato in prima ristampa. Intervista all’autore su cosa significa essere freelance, e avere un contratto di lavoro, nella rivoluzione digitale. Ciccarelli considera SMart “un modello per il futuro”: “E’ la sintesi del mutualismo, della cooperazione e della democrazia del XXI secolo”.